New to site?


Login

Lost password? (X)

Already have an account?


Signup

(X)
logoslide4

PRODUZIONE ARTISTICA

Orchestra
Sinfonica Vincenzo
Bellini
Ensemble di
strumenti antichi
Alessandro Scarlatti
Orchestra da camera Salvatore Cicero
Coro
di Voci Bianche
La Fucina
dell’Arte
Orchestra
Jazz
Orchestra
a Plettro
Coro
Lirico

ORCHESTRA SINFONICA VINCENZO BELLINI

Fondata dal Maestro Carmelo Caruso, è nata allo scopo di avvicinare gli studenti delle classi di strumento alla pratica orchestrale, contribuendo al contempo alla diffusione della cultura musicale, questo ensemble ad organico variabile formato dai più brillanti strumentisti dei corsi superiori e dai loro docenti, costituisce anche un naturale punto di riferimento per gli studenti dei corsi di Direzione d’Orchestra e di Composizione.

L’Orchestra svolge un’intensa attività concertistica sia nell’ambito delle manifestazioni organizzate dal Conservatorio che in qualità di ensemble ospite in occasione di rassegne musicali e numerosi altri eventi culturali promossi nelle principali città siciliane. Oltre ad essersi esibita più volte nell’ambito delle stagioni concertistiche dell’Associazione Amici della Musica di Palermo, ha preso parte all’esecuzione della riedizione della Messa da Requiem di Pietro Platania, realizzata in collaborazione con l’Orchestra del Mediterraneo e con il CIMS. Oltre a proporre un repertorio che dalla musica del XVIII secolo spazia fino a quella contemporanea, l’Orchestra porta avanti una importante attività di ricerca e di valorizzazione del patrimonio musicale custodito presso la biblioteca dell’istituto.

ORCHESTRA DA CAMERA SALVATORE CICERO

L’orchestra da camera “Salvatore Cicero” si costituisce nel 1988 presso il Conservatorio di Musica “V. Bellini” di Palermo su iniziativa di Luigi Rocca, docente di violino presso lo stesso Conservatorio e direttore dell’ensemble.  La sua fondazione nasce dalla volontà di proseguire idealmente il progetto didattico precedentemente sviluppato dal suo maestro, Salvatore Cicero attraverso la creazione gruppo d’archi “I Giovani Cameristi Siciliani”, ovvero portare ai giovani la musica eseguita dai giovani.

L’Orchestra “Salvatore Cicero” ha eseguito concerti in tutta la Sicilia proponendosi inizialmente presso le scuole dell’isola, ed in seguito anche nelle stagioni concertistiche di numerose associazioni musicali siciliane. Il vasto repertorio dell’Orchestra “Salvatore Cicero” si estende dal periodo barocco al Novecento, dedicando una particolare attenzione ai compositori siciliani contemporanei. È stato privilegiato in particolare il repertorio con strumenti solisti, poiché costituisce un’eccellente opportunità per i tanti studenti che fanno parte dell’orchestra, di potersi esibire mettendo alla prova le proprie qualità artistiche. In veste di solisti hanno collaborato con l’orchestra anche molti docenti del Conservatorio che hanno particolarmente apprezzato l’eccellente qualità artistica raggiunta.

ORCHESTRA JAZZ

L’Orchestra Jazz del Conservatorio Bellini di Palermo nasce dai laboratori di Esercitazione orchestrale tenuti per diversi anni da Ignazio Garsia presso il nostro Conservatorio ed è formata da alcuni dei migliori allievi dei corsi di Strumento Jazz dai loro docenti. Tra le più importanti produzioni a cui l’Orchestra Jazz ha preso parte ricordiamo La voce a te dovuta del 2002 in cui ha eseguito musiche e arrangiamenti di Rita Collura, in uno spettacolo più volte ripreso sia nell’ambito dei concerti organizzati dal Conservatorio che presso i Giardini Sopra Le Mura dello Spasimo di Palermo in occasione del festival “Musiche del nostro tempo” e del Festival “Palermo Tutta”.

Nel 2009, ancora in collaborazione con Rita Collura, l’Orchestra Jazz ha realizzato e proposto più volte Omaggio a Luca Flores – Il disco del mondo eseguito presso il Castello Utveggio di Palermo e successivamente, con grande successo, presso il Villa Celimontana Jazz Festival di Roma. Tra le apparizioni degli ultimi anni ricordiamo quella in occasione del Seacily Jazz Festival 2010 a fianco di Jane Monheit in cui l’orchestra si è esibita sotto la direzione di Gaetano Randazzo e, nel 2011, la sua partecipazione alla Stagione concertistica del Conservatorio con un programma dedicato a D. Ellington, N. Hefti, C. Basie, B. Goodman, M. Brown e S. Rollins sotto la direzione di Vito Giordano.

ENSEMBLE DI STRUMENTI ANTICHI ALESSANDRO SCARLATTI

Ensemble strumentale e vocale ad organico variabile nato nel 2000 dalle attività del Dipartimento di Musica Antica, è attualmente formato dai docenti e dai migliori allievi dei corsi di canto e strumento. Oltre che nell’ambito delle manifestazioni concertistiche direttamente promosse dal Conservatorio, l’ensemble ha avuto modo di esibirsi in occasione delle stagioni concertistiche dell’Associazione Amici della Musica di Palermo, dell’Associazione per la musica antica Antonio Il Verso di Palermo, dell’Associazione Amici della Musica di Cagliari, del Festival Internazionale “Suona Francese” organizzato dall’Ambasciata di Francia in Italia, del Festival di musica antica di Gratteri e, nell’agosto del 2011, del Rossini Opera Festival di Pesaro, dove si è esibito in un recital del contralto Marianna Pizzolato. Nell’ottobre 2013 l’ensemble si è esibito a Parigi in occasione del Festival “Suona Italiano.

ensamble

L’Ensemble di strumenti antichi del Conservatorio di Palermo formato da Alessandro Nasello (flauto dolce), Patrizio Germone (violino), Enzo Alessandra (violoncello) e Cinzia Guarino (clavicembalo), ha vinto il Premio Nazionale delle Arti per la sezione “Musica con Strumenti Antichi” 2010, mentre nel 2011 il soprano Elena Pintus ha ricevuto lo stesso premio per la sezione “voci”. Nel 2013 lo stesso premio è stato vinto dall’ensemble formato da Lia Battaglia (soprano), Gioacchino Comparetto (flauto dolce), Lorenzo Profita (clavicembalo) e Andrea Rigano (violoncello)

ORCHESTRA A PLETTRO

La creazione dell’Orchestra a Plettro costituisce un importante risultato raggiunto dal nostro Istituto grazie all’apertura della prima, e tutt’ora unica, cattedra siciliana di Mandolino, avvenuta nel 2008 e affidata ad Emanuele Buzi. Il nostro Conservatorio ha voluto così contruibire ad affrancare questo nobile strumento da un’opinione comune che lo relega nello spazio di una letteratura musicale “minore”, dilettantistica e popolare. Grazie alla collaborazione con le classi di chitarra curate da Marco Cappelli, Maurizio Norrito, Salvatore Pirrello, è stato possibile dar vita a questa realtà che, formata interamente da allievi e neodiplomati del Conservatorio, partecipa con entusiasmo alle tante manifestazioni promosse a Palermo e nel resto della Sicilia.

L’Orchestra a Plettro è una formazione piuttosto inusuale ai nostri giorni (in tutta Italia se ne contano una ventina), ma diffusissima in tutto il territorio nazionale fino alla prima metà del Novecento, quando, al pari delle bande di paese, svolgeva un importante ruolo sociale e di diffusione del repertorio musicale. Il repertorio spazia dal Barocco alla musica contemporanea proponendo l’esecuzione di brani originali e di trascrizioni che permettono di sottolineare al meglio le potenzialità timbrico-espressive di questi particolari strumenti. L’ensemble si è già distinto in occasione di rassegne e festival, esibendosi presso Palazzo Chiaramonte, L’Albergo dei Poveri e Villa Malfitano a Palermo, al Castello Ursino di Catania, al Tempio di Giunone di Agrigento e in numerose altre occasioni, suscitando l’interesse del pubblico come pure quello di diversi compositori palermitani che hanno voluto dedicare proprie composizioni a questo organico e a questi strumenti.

CORO LIRICO

Il Coro Lirico del Conservatorio V. Bellini di Palermo nasce nel 2007 grazie all’impegno di Nunzio Scibilia, docente di Direzione di Coro e direttore artistico del gruppo, e di Roberto Petralia, docente di Esercitazioni Corali e maestro all’organo in occasione delle esibizioni dell’ensemble. L’attività concertistica del coro inizia nell’aprile 2008 quando, in concomitanza con l’anniversario della morte di Papa Giovanni Paolo II, il coro esegue tre concerti con l’Orchestra Sinfonica dello stesso conservatorio, presso la Chiesa Madre di Caccamo, diretto da Domenico Guzzardo, che dall’anno successivo ha regolarmente diretto le esibizioni del Coro, e presso il santuario di Altavilla Milicia e presso il Duomo di Monreale, sotto la direzione di Vincenzo Marino. Negli anni successivi il coro si distingue per la varietà del repertorio proposto che spazia dalla musica sacra a quella profana di diverse epoche musicali.

Nel dicembre 2008 e nel febbraio 2009 esegue in prima assoluta la Messa di Kyrie e Gloria di M. Saladino, in occasione della laurea di Domenico Guzzardo, e il Miserere di P. Raimondi, per quella di Vincenzo Marino (le partiture per coro e orchestra sono state in tale occasione trascritte da manoscritti conservati presso la biblioteca d’istituto). Tra le altre esibizioni dell’ensemble vocale ricordiamo un concerto tenuto presso la Sala Scarlatti del Conservatorio di Palermo del giugno 2009, la partecipazione alla Settimana di Musica Sacra di Monreale nel 2010, mentre tra gli impegni del 2011 possiamo citare un concerto nella Chiesa di San Mamiliano per la II edizione di “Pasqua a Palermo”, la partecipazione alla Rassegna di Musica Sacra a Caccamo, l’esecuzione de La baronessa di Carini di A. Fortunato al Teatro “V. Bellini” di Catania e a Palermo, e la sua esibizione in occasione della X Rassegna di Musica Sacra di Alessandria della Rocca.

CORO DI VOCI BIANCHE

Il Coro di Voci Bianche del Conservatorio di Musica “Vincenzo Bellini” di Palermo si è costituito nel 1991, per iniziativa di Antonio Sottile che lo dirige fin dalla sua nascita. Dal 2003 si avvale inoltre della collaborazione di Antonino Fiorino, dal 2015 di Francesca Librizzi in qualità di pianisti e di quella della prof. Giusi Marino che ne coordina l’attività. Il Coro di Voci Bianche ha preso parte a centinaia di concerti e manifestazioni artistiche nei maggiori teatri e nelle più belle chiese della Sicilia, esibendosi per prestigiose istituzioni ed associazioni musicali anche nel resto dell’Italia. Tra le istituzioni che lo hanno chiamato a collaborare citiamo il Teatro Strehler di Milano, il Teatro Comunale di Vicenza, il Festival Internazionale Eccher di Trento, la Fondazione Teatro Massimo di Palermo, il Teatro Massimo Bellini di Catania, il Conservatorio “Benedetto Marcello” di Venezia, il Teatro dell’Accademia Nazionale di Danza di Roma, l’Associazione Arcangelo Speranza di Taranto, l’Auditorium dell’ ONU World Food Program di Roma, l’Associazione Siciliana Amici della Musica, Gli Armonici, l’Orchestra Filarmonica Siciliana “Franco Ferrara”, l’Orchestra da camera “Salvatore Cicero” ed altre. In numerose occasioni il coro ha collaborato con alcuni tra i più apprezzati giovani pianisti siciliani quali Virginia Guastella, Annamaria Morici, Maria Luisa Macellaro La Franca e Alberto Maniaci. Il Coro di Voci Bianche ha al suo attivo numerose registrazioni televisive e radiofoniche per la RAI, la ZDF (Televisione Tedesca), la Radio Vaticana, oltre che per le principali emittenti televisive siciliane.

foto

Su invito della Presidenza Italiana del Consiglio dei Ministri, l’ensemble ha realizzato una tournèe in Russia, esibendosi, tra l’altro, a fianco del Coro di Voci Bianche di Mosca. Ha inoltre cantato alla presenza dei Capi dello Stato Oscar Luigi Scalfaro e Carlo Azeglio Ciampi, e più recentemente ha tenuto un tour di concerti in Francia, nell’ambito del festival internazionale Rencontres Musicales de Méditerranée, svoltosi a Bastia e in Corsica. L’ensemble ha inoltre ricevuto alcuni importanti riconoscimenti tra cui il Premio UNICEF nell’ambito del Premio Internazionale “Pigna d’Argento”, svoltosi al Teatro Politeama di Palermo e il Premio Nazionale delle Arti, indetto dal Ministero dell’Università, per l’Interpretazione musicale nella sezione “Formazioni corali” nel 2009 e il Premio “Oscar del Mediterraneo” nel 2010.

LA FUCINA DELL'ARTE

La Fucina dell’arte nasce nel 2008 per volontà del Direttore del Conservatorio. Fin dall’inizio il suo coordinamento viene affidato a Marzia Manno, docente di Pianoforte, con l’idea di dare rilievo ai più giovani talenti dell’Istituto. Nei giovanissimi musicisti ciascuno solista al proprio strumento nasce presto spontanea l’esigenza di creare piccole formazioni musicali all’insegna del “far musica insieme”, in un clima di amicizia e condivisione con un repertorio è aperto verso qualsiasi tipo di linguaggio musicale. Ben presto le esibizioni de La fucina dell’arte si spostano presso Scuole, Teatri, Chiese sempre riscuotendo vivissimi apprezzamenti. Lo scorso anno la Fucina dell’arte ha preso parte ad importanti manifestazioni per conto del FAI , dell’Unesco, di Palermo apre le porte, Zero Waste e della Shoa – Giornata della Memoria. Fra gli intenti della ‘Fucina’ vi è quello di sostenere progetti umanitari in favore dei bambini meno fortunati: Mamma Africa in Burkina-Fasu, Adozione ravvicinata, Reparto oncologico pediatrico dell’Ospedale ‘Civico’ di Palermo. Nell’ottobre 2014 la ‘Fucina dell’Arte’ ha ricevuto il prestigioso Premio Internazionale Pigna d’Argento per aver contribuito all’affermazione della Sicilia nel mondo e a Marzia Manno è stato assegnato, dall’Accademia di Sicilia, il Premio Internazionale ‘Universo Donna’ per gli intenti artistici, formativi e umani della Fucina dell’Arte.